Termografia



 

Proponiamo il nostro servizio ad Aziende e Professionisti che vogliono verificare lo stato dei propri impianti, incluse tutte le apparecchiature come quadri elettrici, motori, centrali termiche, linee e quant’altro inerente alle applicazioni elettriche.

 

Termografia Metodologia:

Con il termine TERMOGRAFIA, o TERMOVISIONE, o IMMAGINE TERMICA, o TERMOGRAMMA, viene comunemente intesa la rappresentazione visiva, fotografica o grafica, effettuata con opportuni accorgimenti e mezzi, della emissione naturale o della riflessione delle radiazioni che un corpo emette nel campo dell'infrarosso.

Tuttavia molte volte, in senso lato, viene anche intesa come la rappresentazione grafica dello stato termico di un corpo o meglio, la rappresentazione grafica della mappa delle temperature di un corpo. Ciò risulta possibile in quanto tutte le strutture animate e non, con temperatura superiore allo zero assoluto, emettono e assorbono radiazioni infrarosse fino a conseguire un proprio equilibrio calorico che dipende da situazioni intrinseche ed estrinseche. Il comportamento dei corpi nei confronti delle radiazioni infrarosse non è però affatto univoco: in particolare si passa da corpi con elevato potere assorbente a corpi che, al contrario, riflettono l'energia radiante quasi nella totalità. Quest'ultima condizione è esemplificata dallo "specchio all'infrarosso", contro la cui superficie le radiazioni infrarosse si riflettono mutando direzione: la condizione opposta è invece concretizzata con la massima evidenza dal cosiddetto "corpo nero" il quale, una volta in equilibrio termico, irradia energia radiante in quantità corrispondente a quella assorbita. La mappatura termica superficiale di un corpo può essere eseguita con continuità o per punti, utilizzando sia la conduzione diretta del calore esistente tra il corpo in esame ed il sensore (metodo a contatto), sia captando tramite elementi sensibili le radiazioni, trasmesse o riflesse, provenienti dal corpo in esame (metodo a distanza). Le tecniche comunemente utilizzate per le indagini termografiche si dividono fondamentalmente in due gruppi: quelle che sfruttano l'emissione dell'energia interna dell'oggetto in esame e quelle che richiedono sollecitazione termiche dall'esterno. In generale ad oltre 800 °K un oggetto non illumina to diventa visibile ad occhio nudo, in quanto una frazione non trascurabile dell'energia radiante emessa si trova nella regione visibile dello spettro. A temperature inferiori, ricorrendo a dispositivi sensibili alle radiazioni infrarosse (I.R.), si possono ottenere invece immagini in bianco e nero o in falsi colori; il grado di grigio o la sfumatura del colore sono strettamente legati alla temperatura ed alle proprietà della superficie degli oggetti esaminati. Un sistema Termografico è costituito fondamentalmente da una telecamera con rivelatore all'infrarosso (IR), un monitor e, molto frequentemente, da un computer per l'elaborazione delle immagini. Questo metodo di analisi, soprattutto noto per le applicazioni militari, presenta una grande varietà di usi di tipo civile in campi che vanno dall'agricoltura, alla geologia, alla metereologia ed alla medicina. Di particolare rilevanza risultano essere le applicazioni nel campo dell'industria manifatturiera, nella

manutenzione preventiva di impianti e macchine finalizzati alla produzione ed utilizzazione dell'energia, nel controllo qualità dei processi produttivi ed in generale nel settore degli Esami non distruttivi.

verifica linee e cablaggio verifica equilibrio del carico sulle linee

In quest'ultimo campo di applicazione la termografia assume particolare importanza in quanto la distribuzione della temperatura superficiale di un componente può fornire utili informazioni sulla presenza di difetti superficiali e/o sub-superficiali, soprattutto in quei materiali che risultano difficilmente ispezionabili con altri metodi di esame non distruttivo (es. materiali dielettrici, materiali compositi, etc.)

 

Perché effettuare una Termografia? :

Per verificare il coordinamento degli impianti elettrici, quindi calcolare l’esatto rapporto tra interruttore – linea – carico, si procede generalmente a calcoli che ne indicano la loro correttezza. Le normali procedure per verificare il coordinamento dei nostri impianti elettrici a scopo di prevenzione prevedono calcoli complessi e costosi. Supponendo di avere un impianto coordinato, ed eseguendo una corretta manutenzione programmata agli impianti rimane un lato oscuro..... lo stato dei componenti del nostro impianto. Infatti tutte le connessioni, gli interruttori ed altri componenti con il passare del tempo risentono di surriscaldamenti, dilatazioni e variazioni di carico nonché i guasti legati alla vita stessa dei componenti. I vantaggi della manutenzione garantiti dalla termografia infrarosso sono il motivo della suo successo e diffusione, grazie al metodo termografico diventa possibile programmare la manutenzione in funzione dell'effettiva condizione dell'impianto. Nella lotta preventiva contro gli incendi permette l'analisi di impianti on-line, ovverosia non è necessario fermare o ridurre l'operatività dell'impianto durante le analisi, anzi al fine di ottenere da un’ispezione termografica i risultati più soddisfacenti è di solito consigliabile analizzare i sistemi elettrici quando il carico supera il 40 % e dopo che l’impianto è stato sotto carico per almeno un’ora. Lo scopo del controllo è quello di identificare i punti critici e di fornire dati sulla reale necessità manutentiva. Conoscere a priori condizioni e punti critici di un impianto significa ridurre gli elevati costi, in termini di tempo e di denaro, di interventi urgenti a seguito di black-out d'impianto. Le verifiche effettuabili sono mirate e dettagliate e tra queste:

 

•verifica connessioni

•verifica isolanti

•verifica condensatori

•verifica trasformatori

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Ferraresi Elettric System & Networking Via Camelie 19 Cusano Milanino 20095 Milano Partita IVA: IT02110810963

Chiama

E-mail

Come arrivare